Gli scienziati hanno scoperto come agisce l’astinenza sulla salute maschile

Gli scienziati hanno scoperto come agisce l’astinenza sulla salute maschile

Gli scienziati hanno scoperto come agisce l’astinenza sulla salute maschile. I ricercatori dell’Università del Michigan nella loro ricerca, in cui ha partecipato Mushkushi Drosophila, ha dimostrato questa esistenza di frustrazione sessuale, nonché una vera minaccia per la salute degli uomini. L’astinenza sessuale o la frustrazione provoca una specie di stress nel corpo degli uomini, cioè, un uomo sta vivendo le conseguenze negative più gravi per la sua salute.

Mosche di frutta che hanno problemi con la scelta delle femmine, e non si sentono con la riproduzione, vivono molto più a lungo degli insetti con problemi sessuali, e questo ha dato agli scienziati l’opportunità di allocare diverse proteine ​​e meccanismi cellulari che controllano la durata della vita di Drozofil.
Si è scoperto che i maschi che https://lakemirabel.com/4-consigli-che-attirano-davvero-gli-uomini/ si aspettavano accoppiamento, e non lo hanno anche ricevuto, peso perso al momento del contatto con sexy feromoni femmine. Inoltre, a causa di una lunga astinenza sessuale, negli insetti c’era una diminuzione della capacità della resistenza alla fame, ma il livello di stress è aumentato, che ha causato una riduzione della vita.

Gli esperti ritengono che gli esperimenti sui drosofila dimostrassero chiaramente che la frustrazione sessuale non è assolutamente il mito, è una vera minaccia per la salute. Questo potrebbe essere la ragione per gli uomini di varie malattie sessuali, a partire dalla prostatite, finendo con piena impotenza sessuale. Dalla psicologia, il rifiuto del sesso porta anche allo sviluppo di vari tipi di complessi.

Gli esperti ritengono anche che le conseguenze della fame sessuale siano reversibili quando hanno prodotto le femmine in banca, perché in questo momento il lavoro dei loro organismi è stato restituito alla normalità. Nel suo lavoro successivo, il Gruppo Pletcher cercherà di capire se c’è un effetto simile tra i mammiferi. Nel caso in cui ciò sia confermato, cercheranno di trovare meccanismi e geni cellulari associati a un’ampia aspettativa di vita.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *